VICENZA: I Palazzi

 

Il Palladio Museum con la guida

Visita con noi la più sontuosa dimora patrizia mai progettata da Andrea Palladio in città: Palazzo Barbaran Da Porto.

Accompagnato dalla tua guida Agta, la mente del grande architetto non avrà più segreti per te. I disegni di Palladio, i suoi libri e i modelli delle sue creazioni sono lì, a testimoniare il suo stile irripetibile e allo stesso tempo imitato in tutto il mondo.

Il Palladio Museum è frutto delle ricerche degli studiosi del Centro Internazionale di Studi di Architettura. Un vero e proprio punto di riferimento per gli architetti di tutto il mondo. Ne hanno fatto parte i più grandi studiosi di Palladio, dando vita anche a preziose mostre temporanee che potrai visitare durante il tour.

 

 

Da non perdere: Palazzo Chiericati

Il Chiericati è la meraviglia palladiana che varrebbe già di per sé la visita: le sue sale affrescate custodiscono capolavori di Giambattista Tiepolo, Paolo Veronese, Jacopo Tintoretto, Cima da Conegliano, Hans Memling, Antoon Van Dyck e molti altri.

E ricordati di esplorare i sotterranei: l’area archeologica del palazzo è infatti molto suggestiva e piacerà soprattutto ai più piccoli. Qui è infatti conservata una meravigliosa collezione di giocattoli d’epoca, ancora funzionanti. Centinaia di eserciti in miniatura, diorami, navi e trenini ti aspettano, per inventare con noi storie meravigliose e viaggi fantastici.

 

 

Non solo Palladio: scopri le Gallerie di Palazzo Leoni Montanari.

Una dimora barocca mozzafiato, unica nel suo genere e che garantisce un’esperienza di visita di livello altissimo.

Il vanto della sua strepitosa collezione è il nucleo di dipinti del Settecento veneziano, tra cui spiccano i grandi nomi di Canaletto, Francesco Guardi e Pietro Longhi, che dialogano insieme con una delle più complete collezioni al mondo di vasi provenienti dalla Magna Grecia e altri grandi capolavori.

Con la tua guida, oltre al palazzo, potrai visitare anche le numerose mostre temporanee, come ad esempio “Kandinskij, Gončarova, Chagall. Sacro e bellezza nell’arte russa”, in esposizione fino a gennaio 2020.