RITRATTO DI DONNA

 

Ritratto di donna: il sogno degli anni Venti e lo sguardo di Ubaldo Oppi

 

Basilica Palladiana, Vicenza
6 dicembre 2019 | 13 aprile 2020

Nell’Europa da poco uscita dalla Prima Guerra Mondiale, le donne cominciano a conquistare un proprio ruolo: sempre più autonome, seduttive e moderne. I capelli si accorciano come la lunghezza delle gonne, mentre la loro influenza nella società e nella cultura si fa sempre più intensa. Coco Chanel cambia la moda, Amelia Earhart attraversa in volo l’Atlantico, i balli di Joséphine Baker incantano Parigi.

Anche in Italia soffia un vento nuovo e di questa donna differente, così diversa dal modello anteguerra, offre un ritratto magnetico il pittore Ubaldo Oppi, cresciuto a Vicenza ma formatosi fra Vienna, Parigi e Venezia, poi divenuto milanese dopo essere stato ‘scoperto’ da Margherita Sarfatti e Ugo Ojetti, che stavano cercando uno «stile italiano» nell’arte. Oppi tuttavia non è il solo, perché la nuova donna appare anche nella pittura di Felice Casorati, Mario Cavaglieri, di Mario Sironi e Piero Marussig.

Assolutamente padrone del loro tempo, quelle figure escono anche dalla cronaca per rievocare un mito, quello di donne fatali e potenti come le amazzoni o di muse ritratte in una magica sospensione, eternate nei valori di un seducente classicismo.

Oltre ai tour tradizionali che troverai su questo sito, richiedi un tour a tema, disponibile solo nel periodo della mostra:

 

1- “Leggiadre in tutto e per tutto”: le donne di Vicenza

2- Vicenza nel ‘900: storie di inizio secolo

3- Voci dal fronte: gli anni della Grande Guerra a Vicenza

4 – Lanerossi: il Vicenza Calcio e altre storie di sport

Inoltre, chi visiterà Vicenza con una guida Agta, riceverà in omaggio anche

una visita guidata della Basilica Palladiana e della Piazza dei Signori.

This entry was posted in Eventi.